Spark Rifle, Francia 1807

Riproduzione di una scintilla fatta di metallo e legno con un meccanismo di simulazione del carico e del tiro.

I fucili a pietra focaia avevano una pietra focaia o selce, che quando veniva azionato il martello produceva la scintilla che accendeva la polvere da sparo. Questo tipo di arma richiedeva la ricarica manuale delle sue munizioni dopo ogni colpo. Le munizioni, introdotte attraverso il muso, consistevano in polvere da sparo, proiettile e blocco di carta, che serviva da tappo per mantenere i due precedenti compressi all'interno della canna.

I fucili potrebbero essere più precisi delle pistole e fornire un raggio d'azione più lungo. Tuttavia, la sequenza di caricamento e di sparo era complessa, quindi durante le istruzioni le reclute erano obbligate a ripetere questi movimenti finché non potevano essere eseguiti istintivamente nel mezzo della tensione e della confusione del combattimento. In teoria, un soldato ben addestrato poteva sparare cinque volte al minuto, ma in combattimento il normale era un ritmo di due o tre round al minuto, o meno, se lo scontro fosse durato.

La traiettoria del proiettile era imprecisa e durante il combattimento era impossibile mirare bene. L'unico modo per garantire una certa efficienza era raggruppare una grande densità di fucili in un fronte ridotto, sparando con gli urti il ??più vicino possibile e alla distanza più breve consentita. Anche così, in molte occasioni, i combattenti dopo aver sparato sono stati costretti a usare la baionetta.

Rivivi con la riproduzione storica DENIX di questo fucile le migliori battaglie del XVIII secolo!

Torna all'inizio