Granada M-24 Stielhandgranate, Germania 1915

Granada M-24 Stielhandgranate, Germania (Usato nella prima e nella seconda guerra mondiale).
La granata mango fu introdotta nel 1915 e il progetto fu sviluppato durante la prima guerra mondiale. Il detonatore era attrito. Questo metodo era raro in altri paesi, ma ampiamente usato nelle granate tedesche.

La granata consisteva in un manico vuoto con un detonatore e una testa esplosiva su un'estremità. All'interno del manico cavo, una fune con una palla di porcellana era attaccata al detonatore. La corda è stata tenuta in posizione da un cappuccio rimovibile sulla base. Per usare la granata, il fodero della base è stato svitato, permettendo alla palla e alla corda di cadere. Quando ha tirato la corda, ha trascinato una barra d'acciaio attraverso il detonatore, provocando l'accensione e l'inizio della detonazione per cinque secondi.

Le prime granate di mango hanno esposto la loro corda, che è uscita dal manico vicino al fondo (invece di entrare dentro, coperta dal fodero staccabile della base). Questo ha fatto sì che le corde avessero la tendenza a impigliarsi e innescare le granate quando i soldati tedeschi le hanno portate avanti, causando gravi (e solitamente fatali) ferite.

Le granate di mango furono smontate in casse di legno (più tardi in metallo) e l'assemblaggio di queste fu fatto prima del combattimento. All'interno del fodero della sua custodia c'era il seguente promemoria: "Vor gebrauch sprengkapsel einsetzen", (in spagnolo: inserire il detonatore prima dell'uso).

Torna all'inizio